Eventi e Attività

Domenica 2 agosto

Ore 19:00 - Presentazione libro
Egidia Beretta Arrigoni, madre di Vittorio Arrigoni, presenterà il suo libro "Il viaggio di Vittorio".

Ore 20.00 - Cena sociale

Ore 21.30 - "Restiamo umani" - Spettacolo teatrale
Urla e lacerazioni da Vittorio Arrigoni e dal Popolo Palestinese
di Ultimo Teatro Produzioni Incivili
Testi di Vittorio Arrigoni, Mhamoud Darwish, Elena Ferretti, Luca Privitera
Diretto, interpretato e musicato da Luca Privitera e Elena Ferretti

oltre-il-muro-CopertinaFB.png

 

Il viaggio di Vittorio

Il viaggio di Vittorio

Egidia Beretta, mamma di Vittorio Arrigoni, ci racconta la breve vita di suo figlio, il cui barbaro assassinio, avvenuto a Gaza nella notte tra il 14 e il 15 aprile 2011, è stato pianto dai giovani di tutto il mondo. Giovani che attraverso Vittorio hanno conosciuto e capito come si può dare un senso a "Utopia", come la sete di giustizia, di pace, di fratellanza e di solidarietà abbiano ancora cittadinanza e che, come diceva Vittorio, "la Palestina può anche essere fuori dall'uscio di casa". Vittorio, il volontario, l'attivista, il pacifista, la voce libera che raccontava Gaza dall'interno. Racconto che ci ha permesso di conoscere giorno dopo giorno una situazione mai così ben rappresentata, senza slogan, ma con la ferma convinzione che "conoscere è il primo passo per la soluzione". Fra madre e figlio la corrispondenza è frequente - "io e Vittorio eravamo molto uniti, come idee, obiettivi e ideali, sono molto orgogliosa di lui, è sempre stato così" - e in questo libro Egidia Beretta ne ha fatto una selezione dettata dal sentimento e dall'importanza del contenuto, che ci fa capire quanto fosse forte il legame madre-figlio: "...domenica scorsa ero a Nazareth. Percorro strade che rappresentano la nascita, il viaggio esistenziale, il miracolo, il calvario di un Dio che di queste terre sembra essersi scordato. Lo faccio anche per te, mummy, per quella devozione fanciullesca..."

 

Restiamo umani

Restiamo Umani è uno spettacolo “senza filtri”, “senza censure” o “parole di convenzione”!

Restiamo Umani è uno spettacolo più che corretto che chiarisce le idee pure a chi sa le cose o crede di saperle!

Restiamo Umani per continuare a parlare ancora di Palestina e del problema Israeliano Sionista.

Restiamo Umani perché anche se i primi sono entrati a far parte dell’Onu come stato osservatore, per noi non è una soluzione, ma un modo come un altro per dimenticare, non prendere decisioni, non prendere i dovuti provvedimenti!

Restiamo Umani perché nonostante le denunce di molti islamici, di molti ebrei e di molti cristiani la seconda super potenza mondiale continua a sterminare uno dei popoli più stanchi, poveri e distrutti della Terra!

Restiamo Umani perché non è una questione religiosa, ma di umanità, di coraggio, di etica, di vera democrazia!

Restiamo Umani per dire le cose come stanno.

Restiamo Umani è uno spettacolo che non rappresenta il punto di vista di giornalisti o artisti, ma di vere e proprie vittime del conflitto.

Leggi di più sul sito ufficiale di Ultimo Teatro

Newsletter